Condizioni generali di vendita

Condizioni generali di vendita di heroc GmbH & Co. KG

§ 1 Aspetti generali – Ambito di validità
(1) Sono da applicarsi esclusivamente le nostre condizioni di vendita. Alle eventuali condizioni del cliente in contrasto con esse o divergenti non viene riconosciuta alcuna validità, ad eccezione dei casi in cui tale validità sia stata espressamente confermata sotto forma scritta. Sono da ritenersi valide anche qualora il fornitore effettui senza riserve la consegna al cliente, pur essendo a conoscenza di condizioni dello stesso contrastanti con le prime.

(2) Tutti gli accordi che intercorrono tra noi e il cliente ai fini della messa in pratica del presente contratto, sono stabiliti per iscritto all’interno dello stesso.

(3) Sino a che rimangono emanate le presenti condizioni di vendita nei confronti delle società, queste sono applicabili in campi d’impiego personali ai sensi del § 310 Comma 1 del Codice Civile tedesco (BGB).

§ 2 Offerta – Documenti relativi all’offerta
(1) Qualora l’ordine si qualifichi come offerta ai sensi del § 145 del Codice Civile tedesco, ci riserviamo di accettarlo entro quattro settimane. L’accettazione deve essere sotto forma scritta o alla messa in pratica effettiva dell’ordine entro questo periodo.

(2) Illustrazioni, disegni, preventivi e altri documenti li riserviamo a noi per i diritti di proprietà e d’autore.

(3) Teniamo riservate modifiche del prodotto, in particolare in ulteriori sviluppi tecnici e creativi (Design).

§ 3 Prezzi – Condizioni di pagamento
(1) Se non diversamente indicato nella conferma dell’ordine, i nostri prezzi vanno applicati “franco fabbrica”, escluso l’imballaggio; questo viene addebitato separatamente.

(2) L’IVA non è inclusa nel prezzo; questa è indicata separatamente il giorno dell’emissione della fattura.

(3) La detrazione dello sconto richiede apposito accordo scritto.

(4) Se non diversamente indicato nella conferma dell’ordine, il prezzo d’acquisto va corrisposto subito al netto (senza detrazioni) dal ricevimento della fattura, o equivalente modalità di pagamenti, fino al pagamento. Se il cliente è un imprenditore, il ricevimento della fattura è uguale alla ricezione del corrispettivo, se il tempo di scadenza di entrata della fattura o di pagamento è incerto. L’imprenditore è in ritardo col pagamento, se non esegue entro 14 giorni dalla data di scadenza e dalla ricezione di una fattura, o equivalente modalità di pagamento. Se il tempo termine di entrata della fattura o la modalità di pagamento è incerta, l’imprenditore è in mora al piú tardi 14 giorni dopo la data di scadenza e la ricezione del rispettivo contraccambio. Se nella conferma d’ordine la data di scadenza è determinata da un periodo calcolabile da calendario, il contraente è in mora secondo quanto sopra, in considerazione della loro data di scadenza in via posticipata. Se il contraente è in ritardo, siamo autorizzati a richiedere gli interessi in tasso dell’8% annuo superiore al tasso base.

(5) La puntualità del pagamento dipende dal giorno di ricevimento del pagamento in Heroc GmbH & Co. KG. Assegni e accettazioni non sono accettati. Pagamenti parziali sono possibili solo se per iscritto preventivamente concordati.

(6) Ci riserviamo il diritto di aumentare i prezzi in conseguenza all’aumento dei costi sostenuti a causa di rialzo prezzi dei materiali, oppure simili, in contratti di fornitura con un periodo di consegna concordato di più di quattro mesi, oppure in contratti di consegna di contorno. Se l’aumento è superiore al 5% del prezzo pattuito, l’acquirente ha il diritto di recesso.

(7) Al cliente spettano i diritti di compensazione solo qualora le sue contropretese siano passate in giudicato, incontestate o riconosciute dal fornitore. Inoltre, il cliente è autorizzato ad esercitare il diritto di ritenzione, nella misura in cui la sua contropretesa si basi sullo stesso rapporto contrattuale.

§ 4 Tempo di consegna
(1) L’inizio del tempo di consegna da noi indicato presuppone il chiarimento di tutte le domande di natura tecnica.

(2) Il rispetto del nostro obbligo di consegna richiede il puntuale e corretto adempimento degli obblighi da parte del cliente. L’eccezione del mancato assolvimento contrattuale rimane riservata.

(3) Qualora il cliente ritardi nell’accettazione o violi altri obblighi di cooperazione, siamo autorizzati a chiedere il risarcimento danni ad esso arrecati, comprese le eventuali spese supplementari. Altre ragioni rimangono invariate.

(4) Se sono soddisfatti i presupposti del Comma 3, il rischio della decadenza o di un deterioramento accidentali dell’oggetto di acquisto ricade sul cliente nel momento in cui sussiste una sua insolvenza o esso sia in mora rispetto all’accettazione.

(5) Saremo responsabili in base alle disposizioni di legge, qualora il ritardo di consegna sia riconducibile alla violazione grave intenzionale o colposa da parte dello stesso di un obbligo previsto dal contratto; un indebitamento dei nostri rappresentanti o ausiliari è a noi stessi imputabile. Se il contratto di consegna non si basa su una violazione grave intenzionale o colposa del contratto da parte di uno di noi, la nostra responsabilità per il risarcimento danni è limitata ai danni prevedibili al 30%, che si verificano tipicamente.

(6) Saremo responsabili, inoltre, in base alle disposizioni di legge degli eventuali ritardi nella consegna riconducibili alla violazione colposa da parte dello stesso di un obbligo fondamentale previsto dal contratto; in questo caso, la responsabilità per il risarcimento danni è limitata ai danni prevedibili che si verificano tipicamente.

§ 5 Trasferimento del rischio – Costi di imballaggio
(1) Qualora non diversamente indicato nella conferma d’ordine, la consegna è stata concordata come “franco fabbrica”.

(2) Trasporto e tutti gli ulteriori imballaggi, in conformità con i regolamenti di imballaggio, non sono restituibili; le pedane sono escluse. L’acquirente è tenuto a fornire per lo smaltimento dell’imballaggio a proprie spese.

(3) Se il cliente lo desidera, la spedizione può essere coperta da assicurazione. I costi che ne derivano sono a carico del cliente.

§ 6 Garanzia per vizi materiali
(1) La rivendicazione di vizi materiali da parte del Cliente presuppone che questo abbia ottemperato correttamente ai suoi obblighi riguardo all’ispezione e al reclamo conformemente secondo la legge §§ 377 del Codice commerciale tedesco, qualora egli sia un imprenditore.

(2) Le disposizioni della legge § 377 si applicano, anche se viene consegnato una diversa merce da quella stipulata oppure un altro importo piuttosto che quello previsto della merce, a meno che la merce consegnata non differisce ovviamente così significativamente dall’ordine, cosicché noi come venditori avremmo dovuto prendere in considerazione l’approvazione dell’acquirente come escluso.

(3) Se uno di noi presenta un difetto della merce acquistata, siamo autorizzati, a nostra discrezione, di porre rimedio al difetto o a fornire una sostituzione.

(4) In caso di difetto, ci impegniamo che tutte le spese necessarie per le finalità del difetto, in particolare i costi del trasporto, le modalità di spesa, i costi di manodopera e i costi del materiale da sostenere, finché per mezzo di questo non ne aumenti, il fatto che la merce acquistata in un luogo diverso sia stata spostata da quello del luogo d’adempimento.

(5) Modifiche non autorizzate, installazioni errate o la messa in opera da parte del cliente o di terzi, usura naturale, uso difettoso o negligente, improprie influenze elettriche e inadeguate condizioni di funzionamento delle merci consegnate comportano la perdita di tutti i diritti di garanzia, salvo che non siano a noi imputabili.

(6) Se la riparazione/sostituzione dopo due tentativi fallisce, l’acquirente è autorizzato a far valere i propri diritti, in virtù delle disposizioni di legge.

(7) Il fornitore risponde in base alle disposizioni di legge dei casi in cui il cliente rivendica il diritto di risarcimento danni riconducibile ad un atto doloso o di colpa grave, anche qualora questi atti siano stati opera di un suo rappresentante o agente. Se non ci viene addossata l’intenzionale o negligente violazione grave contrattuale, la nostra responsabilità per il risarcimento danni è limitata ai danni prevedibili al 30%, che si verificano tipicamente. Ciò vale sia per i crediti a causa di vizi materiali del prodotto acquistato che per altre violazioni del dovere. Domande derivanti da §§ 823 del Codice Civile tedesco non vengono considerate.

(8) Rimangono invariate le disposizioni imperative della legge sulla responsabilità del prodotto.

(9) Il termine di prescrizione per la rivendicazione dei difetti è di un anno. Il periodo decorre dalla data di consegna della merce acquistata.

§ 7 Ricorso nella catena di fornitura
(1) Nel quale siano stati concessi sconti per distributori all’imprenditore in conformità agli attuali listini di Heroc GmbH & Co. KG, è già stato considerato e aggiunto un equivalente conguaglio per il rimborso delle spese sostenute dall’acquirente ai sensi del § 439 Comma 2 del Codice Civile tedesco. Pertanto, è escluso un ulteriore risarcimento di spese al contraente ai sensi del § 478 Comma 2.

§ 8 Riserva di proprietà
(1) Ci riserviamo il diritto di mantenere la proprietà dell’oggetto d’acquisto fino alla ricezione di tutti i pagamenti previsti dal contratto di fornitura. In caso di comportamento non conforme ai termini del contratto da parte del cliente, in particolare in caso di ritardo nei pagamenti, siamo autorizzati a ritirare l’oggetto di acquisto. Con tale procedura si mette in atto il recesso dal contratto, ad eccezione dei casi in cui sia stato espressamente confermato sotto forma scritta. Abbiamo il diritto di ritirare la merce al loro utilizzo, e i ricavi di realizzazione sotto la responsabilità del cliente – adeguati costi di realizzazione sono detraibili – devono essere accreditati.

(2) Il cliente è tenuto a trattare con cura la merce; in particolare ha l’obbligo di assicurarlo sufficientemente a proprie spese contro danni dovuti a incendio, allagamento e furto per il suo valore da nuovo.

(3) In caso di pignoramento o altre azioni da parte di terzi, il cliente ha l’obbligo di informarci tempestivamente in forma scritta. Qualora la parte terza non sia in grado di rimborsarci le spese legali ed extragiudiziali della denuncia ai sensi del § 771 del Codice di Procedura Civile tedesco, se ne fa carico il cliente.

(4) L’acquirente è autorizzato a rivendere la merce acquistata seguendo l’iter ordinario; tuttavia, egli assegna a noi tutti i diritti di crediti, pari all’ammontare della somma finale della fattura (IVA inclusa), che spettano a lui per i diritti che matura dalle vendite successive ai suoi clienti o terzi, indipendentemente dal fatto che i beni acquistati siano stati rivenduti senza o dopo ulteriore lavorazione. Il cliente è autorizzato alla riscossione di tale credito anche a seguito della cessione. La nostra facoltà di riscuotere il credito autonomamente rimane invariata. Tuttavia, ci impegniamo a non riscuotere il credito, a condizione che il cliente rispetti i propri obblighi di pagamento derivanti dai ricavi incassati, non vada in mora e, in particolare, non apra una procedura d’insolvenza o di sospensione pagamenti. Se questo è il caso, possiamo pretendere che il cliente sia informato sui crediti ceduti e sui loro debitori, che gli siano fornite tutte le informazioni necessarie per la riscossione e i pertinenti documenti e che informi i debitori (terzi) della cessione.

(5) La lavorazione o trasformazione della merce acquistata dal cliente è sempre effettuata per nostro conto. Se la merce viene trattata con altri elementi non appartenenti a noi, acquisiremo la comproprietà del nuovo bene in rapporto al valore della merce (somma finale della fattura, IVA inclusa) rispetto agli altri oggetti lavorati al momento della lavorazione. Per l’oggetto ottenuto dalla lavorazione valgono inoltre le stesse condizioni valide per l’oggetto di acquisto fornito con riserva.

(6) Qualora l’oggetto di acquisto venga mischiato in modo imprescindibile con altri oggetti non appartenenti a noi, quest’ultimo acquista la comproprietà del nuovo oggetto in rapporto al valore dell’oggetto di acquisto (somma finale in fattura, IVA inclusa) rispetto agli altri oggetti con cui è mischiato al momento della miscela dell’oggetto di acquisto. Se la miscela avviene in modo tale che l’oggetto del cliente sia da considerarsi come oggetto principale, le parti concordano che il cliente ci concede la comproprietà in modo proporzionale. Il cliente ci riserva la proprietà esclusiva o la comproprietà così ottenuta.

(7) Ci impegniamo a svincolare le garanzie nei nostri confronti sotto richiesta del cliente, qualora il valore realizzabile delle nostre garanzie superi di oltre il 10% i crediti assicurati; la selezione delle garanzie svincolate spetta al fornitore.

§ 9 Foro competente e luogo di adempimento
(1) Foro competente per tutte le pretese contrattuali e stanti relative al contratto è esclusivamente Berlino; tuttavia siamo autorizzati a citare in giudizio il cliente nella rispettiva residenza o nell’ufficio del tribunale.

(2) Se non diversamente indicato nella conferma dell’ordine, la nostra sede sociale è il luogo di adempimento.

(3) Nel contratto vale il diritto della Repubblica federale di Germania, ad esclusione dell’applicabilità della Convenzione delle Nazioni Unite nella versione corrente.